Perché l’ironman

EDIT al 25/10/2014

Ma cos’è un ironman? Cosa vuol dire “fare un ironman”?
Molto brevemente e andando sul tecnico: un ironman è una particolare tipologia di triathlon con queste distanze:

  • 3,8 km di nuoto
  • 180 km in bicicletta
  • 42,195 km di corsa

Queste non sono distanze “casuali”, ma corrispondono a gare altrettanto famose:

  • La Waikiki Roughwater Swim (3,86 km)
  • La Around-Oahu Bike Race (185,07 km poi portati a 180)
  • La maratona classica (42,195 km)

In poche parole si tratta di una gara lunga, molto lunga, che mette a dura prova sia il fisico che la mente; immaginate uno sforzo continuato, ad una intensità prevalentemente bassa, fino a 17 ore: ecco, quello è l’ironman.

Di solito, quando qualcuno mi fa questa domanda la mia risposta è semplicemente “Perchè no?”. A parte questo, sono convinto che ognuno può avere i suoi motivi per fare una gara del genere, che possono essere dimostrare qualcosa a qualcuno, mettersi in mostra, divertirsi ecc…
Ogni motivazione vale ed è giusto, bisogna solo trovare la propria.

La mia è stata molto semplice: dimostrare a me stesso che potevo farcela, da solo, con i miei allenamenti, con le mie modalità. La mia è stata voglia di mettersi in gioco, vedendo fino a dove sarei potuto arrivare ed esserci riuscito è stata una soddisfazione enorme.

Inizialmente pensavo fosse un’impresa.
No, non lo è: non serve un superuomo per finire la gara. Non bisogna essere per forza in forma stratosferica.
L’unica cosa che davvero serve per finire una gara del genere è la volontà, la stessa che ti fa cliccare su “Iscriviti”.
E una volta trovata la motivazione, il clic e la gara saranno solo le cose più facili.

Lascia un commento!